From New York, the greatest city in the world, it’s the Late Show with David Letterman

Non faccio segreto di guardare una tonnellata di serie tv, ma quello che pochissimi sanno è uno dei miei passatempi preferiti nei tempi morti è quello di guardare spezzoni del David Letterman Show. Non guardo quasi mai le puntate per intero a meno che non ne valga davvero la pena, in genere mi concentro solo sugli ospiti. C’è una cosa in particolare che mi affascina del Late Show: anche gli ospiti più noiosi, antipatici e inespressivi vicino a lui diventano divertenti. Mi rendo conto che la finzione televisiva sta tutta in questa cosa qui, ma il risultato mi piace molto. Non riuscirò a fare la top ten come fa David, voi accontentatevi dei miei spezzoni preferiti, dopo il salto https://www.youtube.com/watch?v=h1eyKdq9Jug

La puntata in cui Emma Watson imita l’accento americano, “Oh my God, are you the girl from Harry Potter?”.

Kevin Spacey spiega twitter a Letterman. Kevin Spacey. Twitter.

Tina Fey, che già fa ridere da sola, pensate con Dave. Qui imita Tracy Morgan (l’attore che fa Tracy Jordan in 30 Rock)

http://www.youtube.com/watch?v=CTOpkW4ZUMI

Robert DeNiro e Dustin Hoffman insieme, fanno morire.

Ricordate la questione sulla presunta omosessualità di George Clooney? Matt Damon spiega cos’è successo veramente.

http://www.youtube.com/watch?v=pyFwN81J8mc

Quella volta in cui Amy Poehler ha conosciuto Obama e il loro Fist Bump. Il mio spezzone preferito in assoluto.

Un pensiero su “From New York, the greatest city in the world, it’s the Late Show with David Letterman

  1. Grande! Ho anch’io sto vizietto, più per gli ospiti che per Letterman però.
    Giusto per dire la mia, ci avrei inserito anche l’ultimo Jim Carrey che “ruba” la storia di Tom Hanks, mi avevo steso! 😀

I commenti sono chiusi.