10 serie Tv da vedere nel 2015

  • How to get away with murder
    Una delle più belle scoperte dell’anno scorso, ben scritta, ottimamente interpretata da Viola Davis. Ci ha lasciato prima della pausa con un episodio incredibile e la aspetto in questo 2015.

  • Scorpion
    Per la fiducia. Scorpion è una serie ancora giovane, con qualche grosso limite ma con grandi potenzialità. Secondo me le serve un “cattivo” che colleghi un po’ tutte le puntate della stagione.

  • Madam Secretary
    Probabilmente una delle più snobbate. Invece Madam Secretary è una serie tv che riesce a mettere insieme elementi presi da cose distantissime come Homeland e The West Wing in qualcosa di nuovo e leggero.

  • The Good Wife
    È difficile arrivare alla sesta stagione così in forma come The Good Wife, migliora di anno in anno.

  • Silicon Valley
    Una delle rivelazioni dell’anno scorso, aspettiamo la conferma nella seconda stagione che sta per cominciare.

  • Parks and Recreation
    L’ultima stagione di Parks and Recreation SI DEVE vedere. Avete ancora un po’ di tempo per recuperarla.

  • Arrow
    Cominciata come una serie senza sapore e anche un po’ senza senso, nella seconda stagione è stata una rivelazione. La terza stagione ci ha lasciati un po’ con il fiato sospeto prima della pausa natalizia.

  • Person of interest
    Probabilmente la migliore serie tv di “fantascienza” (se così si può chiamare) attualmente in onda. La terza stagione è già la mia preferita.

  • Brooklyn Nine-Nine
    Non la guardate? Guardatela! Fa spaccare!

  • House of Cards
    Toc-Toc. Arriva la terza stagione.

From New York, the greatest city in the world, it’s the Late Show with David Letterman

Non faccio segreto di guardare una tonnellata di serie tv, ma quello che pochissimi sanno è uno dei miei passatempi preferiti nei tempi morti è quello di guardare spezzoni del David Letterman Show. Non guardo quasi mai le puntate per intero a meno che non ne valga davvero la pena, in genere mi concentro solo sugli ospiti. C’è una cosa in particolare che mi affascina del Late Show: anche gli ospiti più noiosi, antipatici e inespressivi vicino a lui diventano divertenti. Mi rendo conto che la finzione televisiva sta tutta in questa cosa qui, ma il risultato mi piace molto. Non riuscirò a fare la top ten come fa David, voi accontentatevi dei miei spezzoni preferiti, dopo il salto Continua a leggere “From New York, the greatest city in the world, it’s the Late Show with David Letterman”

Di pilot e premiere

Lo so che passo poco di qui, ma non potevo dimenticare il post sulle serie tv di quest’anno! Non sto a fare tanti preamboli se non per dire che nella stagione passata ho lasciato molte serie “storiche” che, diciamolo, hanno cominciato a fare pena:  Chuck, Grey’s Anatomy e House. Ecco perchè quest’anno c’è bisogno di qualcosa di nuovo,  qualche opinione sui pilot che ho visto finora: New Girl C’era molta attesa attorno a questa serie con Zooey Deschanel, forse anche per questo il risultato al momento sembra una mezza ciofeca. Lei sembra l’unico personaggio degno di nota in mezzo a situazioni surreali e attori senza personalità. Tra la trama abbastanza banale e il cambio di attore alla seconda puntata la vedo molto dura per questa comedy (?). Ah sì, “devo riprendere la mia televisione dal mio ex” dove l’ho già visto? Person of Interest Screenplay di J.J. Abrams e Jonathan Nolan (fratello di Christopher), starring Michael Emerson (Ben di lost). Serve dire altro? Forse no, se non che è uno dei pilot più interessanti visti negli ultimi anni. Poco spiegone come piace a me,  al contrario di quello che invece si vede troppo spesso. La storia è intrigante ma nemmeno troppo difficile da seguire visto che ogni puntata fa storia a se, sebbene inserita in un contesto più ampio. Consigliato, sperando non si perda per strada. Pan Am Forse la brevità sarà quello che salverà questa serie tv. Sono previste 13 puntate ma ne sarebbero bastate anche la metà per quanto mi riguarda. Bella l’ambientazione specie se piacciono gli anni 60, un po’ banale la sceneggiatura. Non ha convinto ma merita una possibilità. Homeland C’è Morena Baccarin nuda. E anche la storia non è tanto male. Non ho ancora visto pilot di comedy belle. I commenti sono lì per quello Tra le premiere mi va di segnalare: Dexter È cominciato bene, mi sembra un po’ si sia tornati ai vecchi tempi, tra la prima e seconda stagione. È comparso Edward J. Olmos (l’ammiraglio Adama in Battlestar Galactica) ed è subito mancarone. Update: invece no, é una merda totale. The Big Bang Theory Non fa più ridere. E ve lo dice uno che ci ha comprato il dominio con quella serie tv. Parks and Recreation Com’è che ancora non la seguite? vergognatevi. Ottimo inizio comunque. How I met your mother Diciamolo, si erano un po’ persi per strada.  È presto per dirlo ma mi sembra che stiano cercando di tornare su livelli guardabili. Piccola conclusione sulle serie “estive”: Breaking Bad fantastico, Alphas mi sta piacendo molto e Falling Skies è stata forse una delle migliori meteore che si siano viste in questi anni.

temi ricorrenti nelle cose che guardo, leggo, amo.

Attenzione, potreste incontrare spoiler sulle trame delle serie tv/film/libri seguenti: Matrix, Terminator, Battlestar galactica, Ritorno al futuro, Chuck, Harry Potter, Star Wars, I, Robot, Lost, Fringe. Assicuratevi, per le serie tv soprattutto, di essere aggiornati con le ultimissime puntate (ammerigane eh).

1) l’uomo costruisce macchine intelligenti, le macchine si ribellano e sterminano (o almeno ci provano) la razza umana.
Visto in: Terminator, Battlestar Galactica, Matrix, I, Robot (il film, che il libro parla di tutt’altro).

E’ strano come questo tema venga sempre trattato nello stesso modo, e cioè che per forza le macchine intelligenti devono sterminare la razza umana (c’è anche da dire che nessuno farebbe un film in cui le macchine sono carine gentili e non si incazzano mai). Mi piace molto il modo in cui BG e Matrix trattano e affrontano il problema, ponendo l’attenzione sul bisogno reciproco che hanno l’uomo e la macchina.

2) il cattivo di turno, nel tentativo di spazzare via qualsiasi residua minaccia, crea l’eroe che lo distruggerà.
Visto in: Terminator, Harry Potter, Matrix.

Ecco in questo Terminator è sublime. L’idea che una macchina sia mandata indietro nel tempo per uccidere la madre del capo della resistenza umana e che l’uomo mandato indietro per proteggerlo ne diventi il padre è formidabile. Geniale anche l’idea che Lord Voldemort tenti di uccidere Harry fallendo e fornendo al suo nemico alcune armi fondamentali come il parseltongue (il serpentese) e la connessione dei nuclei delle bacchette.

3) un personaggio tra gli antagonisti, che tu pensavi cattivo e stronzo, passa dall’altra parte e aiuta l’eroe a sconfiggere il cattivo di turno.
Visto in: Harry Potter, Battlestar Galactica, Star Wars.

Il tema è abbastanza ricorrente e anche molto banale a dirla tutta. Il migliore in questo ruolo è Darth Vader (in italiano, Lord Fener), gli altri sono tutti anni luce indietro. Menzione d’onore a Gaius Baltar di BG, fa il doppio, il triplo e il quadruplo gioco senza batter ciglio. Anche Severus Snape (Piton) in Harry Potter mi ha abbastanza fregato comunque.

4) Il viaggio nel tempo fa casini con genitori/figli.
Visto in: Terminator, Ritorno al Futuro, Futurama (dai, ci sta), Lost.

Posto che terminator è il numero uno in questo, è interessante come un tema molto trattato sia il paradosso di tornare indietro nel tempo e mettere in pericolo la propria stessa esistenza (l’esempio accademico è di uccidere il proprio nonno o cose simili). Ritorno al futuro basa l’intero primo capitolo della trilogia sulle possibili conseguenze. Se vi chiedete cosa c’entra Lost in tutto questo siete stati leggermente spoilerati sulla quinta serie, vi avevo avvertito.

5) Se due persone lavorano insieme una vita, una è buona, l’altra è cattiva e stronza. La prima finirà internata, la seconda farà i miliardi.
Visto in: Fringe, Chuck.

Walter Bishop e William Bell in Fringe calzano. Uno rinchiuso 17 anni in un ospedale psichiatrico. L’altro padrone della Massive Dynamics. In Chuck invece sono Steve Bartowski e Ted Roark a impersonare questi due personaggi.

[to be continued]

serie serie.

Ieri è ricominciato Lost. Per chi vive in un eremo, Lost è una delle migliori serie Tv mai prodotte dai tempi di Twin Peaks, almeno nelle prime serie, dalla terza in poi ha sinceramente perso un po’ di mordente, ma rimane comunque un grande serial Tv.

Visto che siamo in argomento, faccio un po’ il punto sulle serie di quest’anno, finite o in corso.

House MD – Non convince. La stanno buttando troppo sulle faccende personali dei protagonisti, e i casi clinici vengono messi un po’ in disparte. Il copione ormai è sempre lo stesso e sta stufando. Nonostante ciò è pur sempre meglio di tante schifezze che si vedono in giro. 6.

Grey’s Anatomy – E’ sempre lei. Grandi casini, sesso come se piovesse, intrecci tra i personaggi e casi umani disperati. Dopo cinque stagioni ha perso un po’ di grinta, ma rimane gradevole. 7.

Heroes – Magnifica. La terza stagione mi ha letteralmente entusiasmato. Aspetto febbraio per il quarto capitolo. Forse una delle poche serie che riesce a migliorare con il tempo (anche se non è esente da qualche cagata, ma ci sta) 8,5.

The Big Bang Theory – La migliore sit-com dai tempi di Friends (considerato che non seguo, colpevolmente, “how i met your mother” di cui si dice un gran bene). Ho sentito dire che il doppiaggio italiano fa pena e fa perdere un sacco di battute spettacolari, poco male, in inglese rimane un must per tutti i nerd e semi-nerd. 8.

Fringe – La serie dell’anno. Se avete amato X-files e vi piacciono gli intrighi e i complotti fa decisamente per voi. Stanno dosando saggiamente gli interrogativi e le risposte, bravi. E basta. 9.

90210 – Finchè dovevano accoppiare i vari personaggi era anche interessante. Poi si sono un po’ persi per strada con colpi di scena a dir poco discutibili. Recupera qualche punto per la quantità e la qualità delle fighe che può vantare nel cast. Peccato perchè faceva ben sperare. 6,5.

Gossip Girl – Partita un po’ sottotono ha recuperato intorno all’ottava puntata. Ad un telefilm per teenager non si può chiedere chissà che, nel complesso una piena sufficienza, ma le prospettive per il futuro sono sinceramente scarse. 6,5.

Dirty Sexy Money – Sarà forse per la brevità della stagione (dieci puntate in tutto) ma la seconda mi è piaciuta. E’ una naturale evoluzione della prima. In italia è appena arrivata, farà proseliti. 7,5.

The Sarah Connor Chronicles – Se vi è piaciuto Terminator non potete perdervela. Tecnologia, paradossi spazio temporali, azione, inseguimenti. C’è tutto.   7,5.

Note:

Devo ancora portarmi in pari con Dexter, di cui sono fermo alla fine della prima serie. Ho provato una nuova serie, Being Erica, ma non mi ha entusiasmato il pilota, quindi rimarrà li.
Se qualcuno, basandosi sui miei gusti, saprà consigliare nuove serie possibilmente di recente uscita (alla prima, massimo seconda stagione) avrà la mia riconoscenza eterna.


se non è serial che piacere è?

Chi mi legge sa che sono un ossessionato appassionato di serie televisive, ne seguo molte, spesso contemporaneamente. Ora, la vita del serial watcher può essere molto dura, perchè non esiste un palinsesto già bello pronto e spesso raccapezzarsi tra le giornate di messa in onda, i torrent da scaricare e i ritagli di tempo in cui guardare le puntate può essere un problema.

Ecco che qui arrivo io. Ho creato un calendario su google calendar con tutte le serie che seguo (+ alcune serie che segue il norge, giusto perchè sono buono e ormai che c’ero..)

NB: gli orari indicati sono volutamente errati e messi a casaccio. Motivo? il calendario indica i giorni di messa in onda americani, che servono semplicemente a sapere che il giorno dopo troviamo tutto sui tracker bittorrent.

NB2: Sono indicate le serie americane perchè evidentemente quelle italiane le ho già viste, l’anno scorso. Se avete difficoltà con l’inglese c’è sempre subsfactory.

NB3: Esiste un modo molto più elegante e soprattutto automatico di fare quello che faccio io con il calendario, si chiama TED. Inspiegabilmente però non funziona così bene come dovrebbe, almeno per il momento. Il link comunque è qui.

PS: tra le serie in calendario io seguo/seguirò: Gossip Girl, The Big Bang Theory, Californication, Prison Break, Heroes, 90210, House MD; Dirty Sexy Money,Criminal Minds; Grey’s Anatomy, Smallville; Fringe; Dexter, Desperate Housewives. (si mancano lost,Vanished e Standoff, ma tanto ricominciano tra un tot di mesi).

giornalismo d'assalto.

Non ho un buon rapporto con i giornalisti, non ho nemmeno una grande opinione di loro, se non di alcuni veramente grandi. Vorrei davvero poterla cambiare, ma quando il Tg1 fa servizi come oggi lo trovo molto difficile.

Saprete certamente che una ragazza di Padova è scomparsa l’altra notte a Loret De Mar, vicino a Barcellona. Oggi, verso l’una, è stato ritrovato un corpo di una ragazza non identificata in un bosco vicino a quella zona. Il Tg1 ha dato la notizia in diretta, ipotizzando che il corpo ritrovato sia della poverina Padovana. Ho provato un forte disgusto. Ho immaginato cosa stava provando la famiglia della ragazza, gli amici, i conoscenti. La notizia era inutile, fumosa, e non del tutto verificata. Ma questa famiglia è  costretta ad affrontare un dramma pauroso,  magari (lo spero tanto) anche inutilmente a causa della voglia di dare una notizia per fare sensazione.

Giornalisti come questi dovrebbero essere radiati dall’albo. La dignità delle persone, il rispetto del loro dolore è più importante dello share, va oltre la notizia, oltre il voyerismo da grande fratello.

Non perdono gente così, siamo su sponde opposte. Io desidero che la ragazza sia ritrovata sana e salva. Loro che sia ritrovata il più a lungo possibile, meglio se con una buona storia da raccontare.

Fringe

fringeHo visto il pilot. E già lo adoro.

Prendete X-Files, aggiungete una spruzzata di Heroes, qualche mistero in stile Lost, ed avrete Fringe. LA SERIE del 2008, non ci sono cazzi.

Del resto J.J. Abrams ci ha abituati molto bene con Alias e Lost.

Non serve sia io a dirvi che potete recuperare Fringe dove preferite, ma consiglio al solito eztv. Se con l’inglese siete scarsi subsfactory viene in vostro soccorso.