Skip to content

Bazinga!

Ai tempi del

1 min read

Praticamente tutti i post cominciano o contengono questa frase. Come finisce lo sapete tutti. Ho quasi la nausea a dire “coronavirus” ma allo stesso tempo assorbo come una spugna tutto quello che trovo su twitter sull’argomento: le curve, le distribuzioni, le statistiche degli altri paesi (e i miei retweet lo dimostrano)

Inutile dire che la nostra vita è stata completamente stravolta dalla pandemia e lo sarà nei prossimi mesi, nei prossimi anni: non ho ricette, non ho nemmeno l’intenzione di fare quei discorsi che sento in giro, di come dovremmo riscoprire questo o quello. Tutto quello che potrà succedere succederà: usciranno libri e film bellissimi e tanta tanta roba molto mediocre.

L’ultima cosa che ho letto su questa faccenda è forse la più interessante:

Why outbrakes like coronavirus spread exponentially, and how to “flatten the curve”

Le animazioni in particolare sono ben fatte, ne ho trovato anche un simulatore su Codepen

Social Distance simulator